Convegno: cosa cambia dopo la Legge di stabilità 2016, il Decreto milleproroghe e la Legge sulla green economy e il nuovo bando-tipo ANAC

convegno01GLI APPALTI PUBBLICI DOPO LA LEGGE DI STABILITA’ 2016, IL DECRETO MILLEPROROGHE, LA LEGGE SULLA “GREEN ECONOMY” E IL NUOVO BANDO-TIPO ANAC
Cosa cambia per servizi e forniture: convenzioni quadro, MePA, procedure in economia, nuovi vincoli e semplificazioni. La gestione della gara con il bando-tipo e le sue integrazioni

TRIESTE, 11 febbraio 2016 – BOLOGNA, 18 febbraio 2016 – ANCONA, 24 febbraio 2016 ROMA, 25 febbraio 2016
ULTIMI POSTI DISPONIBILI!!!
AFFRETTATI A PRENOTARE

le altre date e sedi del Convegno

San Salvo (CH), 23 febbraio 2016  Olbia (OT), 25 febbraio 2016 –  Lecce, 25 febbraio 2016  – Napoli, 26 febbraio 2016Lamezia Terme (CZ), 1 marzo 2016Cagliari, 3 marzo 2016 – Varazze (SV), 8 marzo 2016 – Caltanissetta, 10 marzo 2016 – Bari, 17 marzo 2016Firenze, 22 marzo 2016

Obiettivi
Il nuovo ciclo di iniziative approfondisce, con taglio operativo, le numerose ed importanti novità introdotte dalla Legge di stabilità 2016 (Legge n. 208/2015), dal Decreto Legge n. 210/2015 (cd. Milleproroghe) e dalla Legge sulla green economy (con rilevanti modifiche a diverse disposizioni del Codice sugli appalti).
Il quadro normativo in materia di acquisti di beni e servizi, come risulta dai recenti interventi di spending review e leggi di stabilità, si presenta particolarmente complesso, articolato e stratificato. Il legislatore anziché redigere un organico testo unico sulle modalità di affidamento di forniture e servizi, lascia infatti agli operatori l’arduo compito di ricomporre un mosaico sempre più complicato e dispersivo, composto da disposizioni spesso non adeguatamente coordinate, e caratterizzato da una peculiare “geometria variabile” in funzione della tipologia di P.A. e dell’oggetto della fornitura. Dai nuovi vincoli per le Amministrazioni aggiudicatrici, alle (limitate) semplificazioni per gli acquisti sul MePA infra 1.000 euro e per i Comuni sotto i 10.000 abitanti, dal nuovo obbligo di programmazione biennale, alle modifiche per le forniture ad alta economia di scala (gas, carburanti, telefonia, ecc).
Novità anche per le società controllate dagli Enti Locali, tenute ora a rispettare i parametri prezzo-qualità delle convenzioni quadro.
Norme speciali sono poi previste per gli acquisti informatici e per quelli sanitari, entrambi soggetti a nuovi obblighi di centralizzazione e di autorizzazione per le procedure autonome di acquisto.
Sarà illustrato anche il quadro normativo per i Comuni non capoluogo, anche alla luce dei recenti comunicati dell’ANAC.

Altra importante novità per chi deve impostare una procedura autonoma su bando è costituita dal nuovo bando-tipo ANAC per servizi e forniture. Saranno approfonditi i profili innovativi e le questioni più avvertite dagli operatori, tra le quali la gestione del soccorso istruttorio, l’implementazione delle opzioni e l’applicazione del criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa.

La sessione pomeridiana sarà dedicata ad ulteriori approfondimenti operativi sulle procedure elettroniche di acquisto MePA e sui sistemi telematici regionali attivi, con un focus sulle procedure in economia, alla luce delle ultime novità normative, di prassi e giurisprudenza. Nelle Regioni, ove sono già attivi i sistemi telematici di negoziazione, saranno approfonditi gli aspetti specifici di tali sistemi, tenendo conto delle peculiarità di ogni piattaforma regionale.

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>