Conferenza Stato Regioni ed Unificata: parere sullo schema del nuovo codice appalti

conferenza-regioni-599x275

Parere, ai sensi dell’articolo 1, comma 3 della legge 28 gennaio 2016, n. 11, sullo schema di decreto legislativo di attuazione delle Direttive 2014/23/UE, 2014/24/UE e 2014/25/UE del Parlamento europeo e del Consiglio del 26 febbraio 2014, sull’aggiudicazione dei contratti di concessione sugli appalti pubblici e sulle procedure di appalto degli enti erogatori nei settori dell’acqua, dell’energia, dei trasporti e dei servizi postali, nonché per il riordino della disciplina vigente in materia di contratti pubblici relativi a lavori, servizi e forniture.  

Rep. atti n. 48/CU  del 31 marzo 2016  

LA CONFERENZA UNIFICATA  

Nell’odierna Seduta del 31 marzo 2016

VISTA la direttiva 2014/23/UE del Parlamento europeo e del Consiglio del 26 febbraio 2014 sull’aggiudicazione dei contratti di concessione;

VISTA la direttiva 2014/24/UE del Parlamento europeo e del Consiglio del 26 febbraio 2014 sugli appalti pubblici che abroga la direttiva 2004/18/CE;

VISTA la direttiva 2014/25/UE del Parlamento europeo e del Consiglio del 26 febbraio 2014, sulle procedure d’appalto degli enti erogatori nei settori dell’acqua, dell’energia, dei trasporti e dei servizi postali e che abroga la direttiva 2004/17/CE;

VISTO l’articolo 1, comma 1 della legge 28 gennaio 2016, n. 11, che delega il Governo ad adottare, entro il 18 aprile 2016, un decreto legislativo per l’attuazione delle direttive 2014/23/UE, 2014/24/UE e 2014/25/UE del Parlamento europeo e del Consiglio, nonché, entro il 31 luglio 2016, un decreto legislativo per il riordino complessivo della disciplina vigente in materia di contratti pubblici relativi a lavori, servizi e forniture, ferma restando la facoltà per il Governo di adottare entro il 18 aprile 2016 un unico decreto legislativo, nel rispetto dei principi e criteri direttivi espressamente indicati dalla norma stessa;

VISTO l’articolo 1, comma 3 della citata legge 28 gennaio 2016, n. 11, che stabilisce che i decreti legislativi di attuazione delle direttive in esame sono adottati, su proposta del Presidente del Consiglio dei Ministri e del Ministro delle infrastrutture e dei trasporti, previa acquisizione del parere del Consiglio di Stato e della Conferenza Unificata, che si pronunciano entro venti giorni dalla trasmissione;

VISTO lo schema di decreto di attuazione delle Direttive 2014/23/UE, 2014/24/UE e 2014/25/UE del Parlamento europeo e del Consiglio del 26 febbraio 2014, sull’aggiudicazione dei contratti di concessione sugli appalti pubblici e sulle procedure di appalto degli enti erogatori nei settori dell’acqua, dell’energia, dei trasporti e dei servizi postali, nonché per il riordino della disciplina vigente in materia di contratti pubblici relativi a lavori, servizi e forniture, approvato dal Consiglio dei Ministri nella riunione del 5 marzo 2016, pervenuta in data 14 marzo 2016 e diramata con nota del 14 marzo 2016, prot. CSR 1299 P-4.23.2.13;

VISTI gli esiti della riunione tecnica tenutasi in data 29 marzo 2016, nel corso della quale le Regioni, l’ANCI e l’UPI  nell’esprimere parere favorevole, hanno consegnato i propri documenti di richieste e proposte emendative, discussi nel corso dell’incontro e ritenuti in gran parte accoglibili dal Ministero delle infrastrutture e dei trasporti, con alcune riformulazioni e alcune riserve di carattere politico;

VISTA la nota con la quale, a conclusione dell’incontro tecnico, sono stati trasmessi i documenti consegnati dalle Regioni, dall’ANCI e dall’UPI, prot, CSR1509 P-4.23.2.13 del 30 marzo 2016;

VISTA la nota prot. CSR 1547 P-4.23.2.13 del 31 marzo 2016, con la quale sono state trasmesse le proposte emendative approvate dalla Conferenza dei Presidenti delle Regioni e delle Province autonome,

VISTI gli esiti dell’odierna Seduta, nel corso della quale le Regioni hanno espresso parere favorevole allo schema di decreto legislativo in esame, con alcune osservazioni e richieste  contenute in un documento consegnato in Seduta che, allegato al presente atto, ne costituisce parte integrante (All.1);

CONSIDERATO che l’ANCI, nell’esprimere il parere favorevole allo schema di decreto legislativo in esame, ha consegnato due  documenti contenenti le osservazioni su alcuni punti del testo e le proposte emendative, alcune delle quali ritenute prioritarie (All.2 e 3);

CONSIDERATO che l’UPI ha espresso parere favorevole allo schema di decreto legislativo in esame, con alcune osservazioni e alcune richieste di modifica contenute nel documento consegnato in Seduta che, allegato al presente atto, ne costituisce parte integrante (All.4);

CONSIDERATO che il Ministro delle infrastrutture e dei trasporti, nell’apprezzare il proficuo lavoro svolto insieme con le Regioni, l’ANCI e l’UPI, ha assicurato la valutazione degli emendamenti proposti, che saranno recepiti in modo coordinato, tenendo conto del parere delle Commissioni parlamentari e del parere del Consiglio di Stato

ESPRIME PARERE FAVOREVOLE

nei termini di cui in premessa, ai sensi dell’articolo 1, comma 3 della legge 28 gennaio 2016, n. 11, sullo schema di decreto legislativo di attuazione delle Direttive 2014/23/UE, 2014/24/UE e 2014/25/UE del Parlamento europeo e del Consiglio del 26 febbraio 2014, sull’aggiudicazione dei contratti di concessione sugli appalti pubblici e sulle procedure di appalto degli enti erogatori nei settori dell’acqua, dell’energia, dei trasporti e dei servizi postali, nonché per il riordino della disciplina vigente in materia di contratti pubblici relativi a lavori, servizi e forniture.

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>