Le valutazioni ANCI in merito all’attuazione del nuovo Codice appalti

ANCI

Lo scorso 21 settembre a Roma, il Comitato direttivo dell’ANCI, oltre ad esprimere la propria posizione in merito allo schema di decreto legislativo recante disciplina della dirigenza della Repubblica, ha approvato un documento contenente “Valutazioni su attuazione Codice appalti”.

L’ANCI, pur confermando il parere sostanzialmente positivo e l’apprezzamento per il poderoso lavoro svolto dal Governo e dall’ANAC nel dare attuazione, attraverso l’approvazione del Decreto Legislativo n. 50/2016, ad una riforma copernicana del settore, sottolinea come già in sede di espressione del parere in Conferenza Unificata, l’Associazione espresse la sua preoccupazione e i suoi dubbi sulla scelta di un periodo transitorio che si riteneva inadeguato rispetto all’imponente mole di decreti attuativi (circa 65) che avrebbe dovuto completare il quadro regolatorio delineato dal nuovo Codice.

Purtroppo, a cinque mesi dall’entrata in vigore del nuovo Codice Appalti, tali preoccupazioni si sono rivelate fondate.

Nonostante infatti l’alacre lavoro di ANAC e MIT, ANCI evidenzia un ritardo nella definizione di quell’impianto di regole e principi sottesi alla riforma e un rallentamento delle opere pubbliche, dovuto al fatto che vi siano ancora incertezze sulla puntuale definizione del nuovo impianto regolatorio degli appalti pubblici.

Si pensi, in primis, al decreto sulle qualificazioni delle stazioni appaltanti non ancora emanato e determinante nelle scelte organizzative e gestionali dei Comuni che ambiscono ad essere autonomi nonché per le aggregazioni già esistenti che potrebbero evolversi e mettere a frutto l’esperienza fin qui maturata, al decreto sulla definizione dei livelli di progettazione, nonché alle incertezze interpretative sorte a seguito dei pareri del Consiglio di Stato e di queste Commissioni sui compiti e requisiti professionali del RUP e servizi di ingegneria e architettura espressi lo scorso mese di agosto, nonché il recentissimo parere del Consiglio di Stato (16 settembre u.s.) sulle linee guida dell’ANAC in materia di appalti sotto-soglia, su cui l’Associazione aveva già presentato proprie osservazioni.

>> LEGGI IL DOCUMENTO COMPLETO ANCI DEL 21 SETTEMBRE

 

Guida al nuovo Codice dei contratti pubblici

Guida al nuovo Codice dei contratti pubblici


Alessandro Massari , 2016, Maggioli Editore

Nella G.U. del 19 aprile scorso è stato pubblicato il d.lgs. 18 aprile 2016, n. 50, recante il nuovo Codice dei contratti pubblici, entrato in vigore lo stesso giorno della pubblicazione. Il Governo ha così mancato, anche se per un solo giorno,...


48,00 € Acquista

su www.maggiolieditore.it


Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>