Il RUP dopo il nuovo Codice dei contratti e le Linee guida dell’ANAC n. 3/2016

responsabile_unico_provvedimento_1

Con la Determinazione n. 1096 del 26/10/2016, l’ANAC ha approvato il testo definitivo delle linee guida sul RUP.

Le linee guida sono state redatte in attuazione dell’art. 31, comma 5, del d.lgs. 50/2016 che attribuisce all’ANAC il compito di definire, con proprio atto, una disciplina di maggiore dettaglio sui compiti specifici del RUP, nonché sugli ulteriori requisiti di professionalità rispetto a quanto disposto dal Codice, in relazione alla complessità dei lavori.

La versione definitiva delle Linee guida tiene conto dei pareri resi dal Consiglio di Stato in data 6 luglio 2016, affare n. 1273/2016 e dalle Commissioni parlamentari, in data 3 agosto 2016.

Il nuovo Codice degli appalti ha ridefinito in modo sostanziale compiti, rapporti e responsabilità del RUP nelle diverse fasi dell’operazione contrattuale.

Il corso di formazione organizzato da Maggioli FormazioneIl RUP dopo il nuovo Codice dei contratti e le Linee guida dell’ANAC n. 3/2016, che si svolgerà a Bologna il prossimo 30 novembre 2016, con la docenza di Stefano Toschei, esaminerà i molteplici adempimenti in capo a tale figura, inclusi quelli previsti dalla normativa in materia di anticorruzione e trasparenza.

>> ISCRIVITI AL CORSO <<

Il programma del corso:

Il nuovo Codice dei contratti pubblici
• Impianto della riforma.
• Il nuovo sistema delle fonti del diritto in materia di appalti pubblici: legge e soft law.
• L’importanza dei pareri resi dal Consiglio di Stato.
• Il ruolo pregnante del precedente giurisprudenziale.
• La nuova gerarchia delle fonti e gli atti dell’ANAC.
• Le Linee guida dell’ANAC n. 3/2016.

Il RUP tra nuovo Codice dei contratti e sistema anticorruzione
• Le quattro fasi dell’operazione contrattuale.
• Scelta e nomina del RUP: in particolare la redazione dell’atto di nomina.
• Ruolo e poteri del RUP nelle fasi dell’operazione contrattuale.
• I rapporti con il Direttore dell’esecuzione e con il Direttore dei lavori.
• RUP e rispetto delle misure del Piano di prevenzione della corruzione.
• Il rapporto con il responsabile della prevenzione della corruzione e della trasparenza.
• Il problema delle cause di incompatibilità: in particolare le dichiarazioni sul conflitto di interessi.
• L’acquisizione delle dichiarazioni sul conflitto di interessi relative agli altri soggetti che intervengono nella procedura contrattuale.
• Conseguenze della mancanza o dell’infedeltà della dichiarazione.
• Rapporti con il dirigente (se diverso dal RUP): in particolare la delega di firma e la delega di funzioni e relative responsabilità.
• L’applicazione del sistema di rotazione degli incarichi: in particolare la rotazione ordinaria e quella straordinaria.
• Criticità ed evenienze relative alla fase di programmazione e a quella di scelta del contraente.
• L’accentuata responsabilità del RUP nella fase di esecuzione dell’appalto e la contestazione dei gravi inadempimenti.
• Gli atti del RUP e gli obblighi di trasparenza.
• Il RUP tra accesso ai documenti ed accesso civico agli atti della procedura contrattuale.
• Sanzioni e profili di responsabilità a carico del RUP e strumenti per la tranquillità operativa del responsabile dell’operazione contrattuale.

 Per maggiori informazioni

MAGGIOLI FORMAZIONE
Via del Carpino, 8
47822 Santarcangelo di Romagna (RN)
Tel. 0541 628840 • Fax 0541 628768
e-mail formazione@maggioli.it

 

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>