3 nuovi Criteri Ambientali Minimi per il GPP

criteri ambientali minimi

In GazzettaUfficiale il DM 11/1/2017 che aggiorna i Criteri Ambientali Minimi relativi a edilizia, prodotti tessili e arredi per interni

A cura di Max Mauri

L’aggiornamento è reso necessario dalle innovazioni tecniche e commerciali del mercato, ma soprattutto dalla nuova disciplina sugli appalti pubblici.

La sistematica introduzione dei criteri sociali ha giovato in particolare al CAM sui prodotti tessili, mentre per gli arredi la novità più rilevante è la valorizzazione del riutilizzo.

Ormai da un anno le stazioni appaltanti devono obbligatoriamente tenere in considerazione gli impatti ambientali correlati ai prodotti, servizi e lavori che acquisiscono, e le conseguenze di questa pionieristica innovazione sono molteplici, e rendono anche necessario un periodico aggiornamento dei Criteri Ambientali Minimi (CAM), nell’ottica di fornire adeguati strumenti di lavoro alle stazioni appaltanti.

I nuovi riferimenti riguardano:

1. FORNITURE DI PRODOTTI TESSILI

2. FORNITURA E SERVIZIO DI NOLEGGIO DI ARREDI PER INTERNI

3. AFFIDAMENTO DI SERVIZI DI PROGETTAZIONE E LAVORI PER LA NUOVA COSTRUZIONE, RISTRUTTURAZIONE E MANUTENZIONE DI EDIFICI PUBBLICI

Le previsioni di cui alll’Art. 34 del D.lgs. 50/2016 e il successivo DM 24 maggio 2016 riportano per questi CAM i seguenti obblighi di applicazione:

50% del valore a base d’asta
50% del valore a base d’asta
100% del valore a base d’asta

Il quadro normativo definito dal Legislatore si arricchisce ulteriormente e il Piano d’Azione per la sostenibilità dei consumi nel settore della Pubblica Amministrazione” (PAN GPP) acquisisce nuovi strumenti operativi.
Sta ora alle Stazioni Appaltanti informarsi e formarsi per rinnovare le proprie pratiche ed evitare di incorrere in ricorsi e segnalazioni, che gli operatori in possesso di certificazioni ambientali non mancheranno di effettuare, per far valere i diritti recentemente acquisiti.

Vedi anche
DECRETO – MINISTERO DELL’AMBIENTE E DELLA TUTELA DEL TERRITORIO E DEL MARE 11 gennaio 2017

Adozione dei criteri ambientali minimi per gli arredi per interni, per l’edilizia e per i prodotti tessili.
(GU Serie Generale n.23 del 28-1-2017)

L’applicazione dei criteri ambientali minimi negli appalti pubblici

L’applicazione dei criteri ambientali minimi negli appalti pubblici


T. Cellura , 2016, Maggioli Editore


30,00 € 25,50 € Acquista

su www.maggiolieditore.it


Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>