È diretto l’affidamento diretto? Forse. Sicuramente non è fiduciario

affidamento diretto

Affidamento diretto: il legislatore ha elaborato l’ennesima disposizione confusionaria e di difficile applicazione concreta

a cura di Luigi Oliveri

Sul sito bosettiegatti.eu leggiamo una come sempre fulminante e acuta osservazione: “«Una rosa è una rosa, è una rosa, è una rosa …»; bisogna scomodare Gertrude Stein? Anche i sordi dovrebbero aver capito che un affidamento diretto, è diretto, è diretto, è diretto! Ora il codice lo ripete tre volte (articolo 31, comma 8, articolo 32, comma 2, articolo 36, comma 3, lettera a)) Va bene, trasparenza, rotazione, competenza dell’affidatario ma, rullo di tamburi, resta un affidamento diretto. I masochisti che continuano a chiedere più preventivi certificano di non essere in grado di valutare o di non assumere la responsabilità di valutare la congruità del corrispettivo, ma se è così, allora come possono essere in grado di valutarne due o tre?”.
La questione è spinosa e si presta all’ironia per la semplice ragione che, ancora una volta, il Legislatore ha elaborato l’ennesima disposizione confusionaria e di difficile applicazione concreta.

Chi scrive ha posto il quesito: Correttivo codice appalti: tornerà ad essere diretto l’affidamento diretto?.
Tutto sta ad intendersi cosa si intenda per “affidamento diretto”. Allora, dobbiamo scomodare alcuni barbosi concetti, anche ricorrendo all’etimologia delle parole, oltre che fare necessario affidamento anche ai principi richiamati dal codice dei contratti novellato, posti come sempre a guidare il sistema di individuazione del contraente privo di formalizzazione di gara e procedura.

Perché si tratti di un “affidamento diretto” occorre innanzitutto prendere atto che non si ponga in essere qualcosa che gli somiglia, ma risulta al contempo sicuramente inconciliabile con i principi del codice: cioè, l’affidamento “fiduciario”.

>> CONTINUA A LEGGERE….

Per continuare a leggere il contenuto di questa pagina è necessario essere abbonati.
Se sei già un nostro abbonato, effettua il login.
Se non sei abbonato o ti è scaduto l’abbonamento
>>ABBONATI SUBITO<<

videoconferenza_5_giugno_580

Il codice dei contratti pubblici

Il codice dei contratti pubblici


Alessandro Massari , 2017, Maggioli Editore

Il Codice dei contratti pubblici tascabile si conferma strumento di grande utilità per gli operatori che desiderano avere sempre a portata di mano il testo del D.Lgs. 50/2016. Il Codice è aggiornato all’importante Decreto Correttivo di cui al D.Lgs. 19 aprile 2017, n....


19,00 € Acquista

su www.maggiolieditore.it


Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>