Correttivo codice appalti: l’importanza dei criteri ambientali minimi

codice appalti

Appalti, sviluppo sostenibile e ambiente: Cam estesi a tutti

Il correttivo al codice appalti contribuisce a valorizzare il principio dello sviluppo sostenibile nei suoi tre aspetti-chiave: la sostenibilità ambientale, economica e sociale.

L’articolo 34 del nuovo codice degli appalti (d.lgs. 50/2016), recante rubrica “Criteri di sostenibilità energetica ed ambientale”, impone l’inserimento, nella documentazione progettuale e di gara, delle specifiche tecniche e delle clausole contrattuali contenute nei criteri ambientali minimi (Cam) adottati con decreto del Ministro dell’Ambiente, per affidamenti di appalti pubblici di qualsiasi natura e importo. Nella formulazione precedente i Cam venivano applicati al 100% della base d’asta solo in contratti finalizzati al conseguimento di risparmi energetici e al 50% in tutti gli altri casi, con incremento graduale e progressivo dell’obbligo fino al raggiungimento del 100% nel 2020. L’importante modifica apportata contribuirà a  stimolare il mercato nello sviluppo di tecnologie verdi di produzione, uso e smaltimento per rispondere alle mutate richieste provenienti dalle pubbliche amministrazioni.

>> CONTINUA A LEGGERE….

Per continuare a leggere il contenuto di questa pagina è necessario essere abbonati.
Se sei già un nostro abbonato, effettua il login.
Se non sei abbonato o ti è scaduto l’abbonamento
>>ABBONATI SUBITO<<

IL MANUALE DEGLI APPALTI VERDI DOPO IL DECRETO CORRETTIVO

IL MANUALE DEGLI APPALTI VERDI DOPO IL DECRETO CORRETTIVO


Massimo Mauri, Laura Carpineti , 2017, Maggioli Editore

Le novità normative introdotte con il "Collegato ambientale" e fatte proprie dal nuovo "Codice appalti" (D.Lgs. 50/2016) riguardanti l'obbligo di applicazione del Green Public Procurement (GPP), hanno rappresentato un importante punto di svolta nell'intero quadro delle politiche...


29,00 € Acquista

su www.maggiolieditore.it


Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *