I compiti del RUP tra poteri istruttori e poteri decisori

compiti del RUP

La competenza ad adottare la proposta di aggiudicazione nel caso in cui nel procedimento contrattuale abbiano parte il RUP, la commissione e il dirigente/responsabile dell’unità organizzativa incisa dall’appalto

a cura di Stefano Usai

È interessante tornare, per alcune considerazioni pratiche, sulla questione della competenza ad adottare la proposta di aggiudicazione (sul punto sirinvia a quanto già evidenziato sia nel contributo dello scrivente La proposta di aggiudicazione compete al RUP e non alla commissione di gara sul quotidiano in data 30 maggio 2017, sia nella nota, autorevole, di L. Oliveri ) soprattutto nel caso in cui nel procedimento contrattuale abbiano parte il RUP, la commissione e il dirigente/responsabile dell’unità organizzativa incisa dall’appalto.

Da annotare che la circostanza che insista la commissione di gara non prelude al fatto che si sia necessariamente in presenza di una gara da aggiudicarsi con il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa, considerato che l’organo valutatore può essere nominato anche nel caso di utilizzo del criterio del minor prezzo.

Questo viene confermato, e non pare essere un mero refuso seppur norma assolutamente non indispensabile, dall’articolo 97, comma 2, in tema di “estrazione” di uno dei metodi che consente di determinare la soglia di anomalia nella gara al ribasso.

La norma ora prevede che l’estrazione della “modalità” del calcolo può avvenire ad opera del RUP o ad opera della commissione di gara.

Quindi la possibilità di nomina di un organo collegiale, piuttosto che un seggio di gara costituito dal RUP, anche con il monocriterio viene confermata e forse si tratta di modifica, non si può escludere a priori, influenzata anche dalla deliberazione n. 620/2016 dell’ANAC in tema di criteri per nomina delle (proprie) commissioni di gara.
Delibera con cui, l’ ANAC ha stabilito – per le proprie gare – la commissione di gara anche nel caso di utilizzo del criterio residuale.

>> CONTINUA A LEGGERE….

Per continuare a leggere il contenuto di questa pagina è necessario essere abbonati.
Se sei già un nostro abbonato, effettua il login.
Se non sei abbonato o ti è scaduto l’abbonamento
>>ABBONATI SUBITO<<

Le procedure negoziate sotto soglia dopo il decreto correttivo

Le procedure negoziate sotto soglia dopo il decreto correttivo


Salvio Biancardi , 2017, Maggioli Editore

Il manuale, aggiornato al D.Lgs. 50/2016 così come modificato dal D.Lgs. 56/2017 (decreto correttivo), alle Linea Guida ANAC n. 2 (Offerta economicamente più vantaggiosa), alle Linea guida ANAC n. 3 (Nomina ruolo e compiti del responsabile del procedimento), alle Linea guida ANAC...


78,00 € Acquista

su www.maggiolieditore.it


Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>