Prezzo più basso ed appalti fino a 2 milioni di euro: la lettura di “buon senso” dell’ANAC

prezzo più basso

In relazione alle modifiche apportate agli articoli 36 e 95 del Codice appalti ad opera del decreto correttivo, l’ANAC ha fornito la propria interpretazione tramite un parere reso in data 23 giugno ultimo scorso, a seguito di una specifica richiesta formulata dal Mit

a cura di Massimo Gentile

La questione concerne, in particolare, la portata interpretativa delle menzionate disposizioni del Codice regolanti le modalità di affidamento dei contratti di lavori di importo compreso tra 150 mila euro e 2 milioni di euro.

A tal riguardo, l’articolo 36, così come modificato dal “correttivo”, prevede che per l’affidamento dei lavori di importo “pari o superiore a 150.000 euro e inferiore a 1.000.000 di euro” è possibile utilizzare la “procedura negoziata con consultazione di almeno quindici operatori economici” (art. 36, comma 2, lett. c), mentre l’affidamento di contratti di importo superiore a 1 milione di euro deve avvenire tramite procedure ordinarie “fermo restando quanto previsto dall’articolo 95 comma 4 del Codice” (art. 36, comma 2, lett. d).

Dal proprio canto, l’articolo 95, comma 4, lettera a) dispone che è possibile l’utilizzo del criterio del prezzo più basso, in luogo dell’offerta economicamente più vantaggiosa, per i lavori di “importo pari o inferiore a 2.000.000 di euro”, quando “l’affidamento dei lavori avviene con procedure ordinarie, sulla base del progetto esecutivo” e “fermo restando quanto previsto dall’articolo 36 comma 2 lettera d)”.

>> CONTINUA A LEGGERE…

Per continuare a leggere il contenuto di questa pagina è necessario essere abbonati.
Se sei già un nostro abbonato, effettua il login.
Se non sei abbonato o ti è scaduto l’abbonamento
>>ABBONATI SUBITO<<

Il Decreto Correttivo 
al Codice dei contratti pubblici

Il Decreto Correttivo 
al Codice dei contratti pubblici


Alessandro Massari , 2017, Maggioli Editore

Il D.Lgs. 19 aprile 2017, n. 56, recante “Disposizioni integrative e  correttive  al  decreto  legislativo 18 aprile 2016, n. 50”, introduce oltre 300 modifiche al Codice dei contratti pubblici, non solo formali, ma di ampia portata e sostanza, finalizzate, come...


48,00 € Acquista

su www.maggiolieditore.it


Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *