Alcune brevi riflessioni sull’avvalimento e le relative responsabilità

avvalimento

La responsabilità dell’impresa ausiliaria derivante dalla stipula del contratto di avvalimento è disciplinata dall’art. 89, comma 5, del codice dei contratti pubblici, là ove si dice che “il concorrente e l’impresa ausiliaria sono responsabili in solido nei confronti della stazione appaltante in relazioni alle prestazioni oggetto del contratto”.

A cura dell’Avv. Carlo Bigi

Il dubbio se il contratto di cui parla la norma sia il contratto d’appalto, ovvero il contratto di avvalimento, si potrebbe sciogliere ritenendo che, nel caso fossimo di fronte ad un avvalimento che riguardi una prestazione inadempiuta o malamente adempiuta che abbia riverberato i propri effetti sull’intero contratto d’appalto, comportandone ad esempio una ritardata ultimazione, la responsabilità solidale del ritardo (penali) verso il committente, si estenda anche all’ausiliaria.

Detto in altri termini, al fine di stabilire fin dove si estenda la responsabilità dell’ausiliaria verso il Committente occorre valutare, caso per caso, l’incidenza negativa che la prestazione oggetto di avvalimento possa avere avuto sull’appalto nel suo complesso.

>> CONTINUA A LEGGERE…

Per continuare a leggere il contenuto di questa pagina è necessario essere abbonati.
Se sei già un nostro abbonato, effettua il login.
Se non sei abbonato o ti è scaduto l’abbonamento
>>ABBONATI SUBITO<<

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *