Ma la decisione di utilizzare la procedura semplificata (art. 36) deve essere motivata?

procedura semplificata

Sotto il profilo pratico assume un certo interesse l’indicazione contenuta nelle linee guida n. 4 dell’ANAC – sia nelle pregresse sia  in quelle più recenti – ,  relativamente alla questione della motivazione o meno della scelta di utilizzare una delle  procedure “semplificate” dell’articolo 36.

a cura di Stefano Usai

Il “passo” di interesse è quello relativo (par/sez. 1.4) al fatto che  “le stazioni appaltanti possono ricorrere, nell’esercizio della propria discrezionalità, alle procedure ordinarie, anziché a quelle semplificate, qualora le esigenze del mercato suggeriscano di assicurare il massimo confronto concorrenziale (articolo 36, comma 2, del Codice dei contratti pubblici) ”.

Non può non evidenziarsi che nel passaggio dalle linee guida n. 4/2016 alle linee guida n. 4/2018 sia mutato il sottofondo normativo.

>> CONTINUA A LEGGERE….

Per continuare a leggere il contenuto di questa pagina è necessario essere abbonati.
Se sei già un nostro abbonato, effettua il login.
Se non sei abbonato o ti è scaduto l’abbonamento
>>ABBONATI SUBITO<<

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *