Aggiudicazione disposta sulla base di documenti falsi

documenti falsi

Commento alla sentenza del TAR Molise datata 22 maggio 2018, n. 302

Riveste ampio interesse per gli Enti locali la recente sentenza del TAR Molise datata 22 maggio 2018, n. 302 in relazione ad una aggiudicazione disposta sulla base di documenti falsi.

A parere dei giudici, in presenza delle condizioni della sicura rilevanza negativa del documento falso ai fini dell’ammissione alla gara e dell’inescusabilità del contegno colpevole della controinteressata, la Stazione appaltante deve sanzionare l’episodio con l’annullamento d’ufficio dell’aggiudicazione e con l’esclusione dalla gara, con la conseguenza che è illegittima la conferma implicita dell’aggiudicazione, contenuta nel provvedimento di archiviazione dell’autotutela.

Il TAR ha chiarito che il provvedimento di archiviazione dell’autotutela contiene una conferma implicita dell’aggiudicazione dell’appalto, pur prendendo atto dell’assenza in capo all’aggiudicataria di un documento imprescindibile, quale l’impegno del fideiussore e della sua non reintegrabilità neppure in via di soccorso istruttorio.

>> CONSULTA LA SENTENZA DEL TAR MOLISE 22 MAGGIO 2018, n. 302

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *