Le consultazioni preliminari nel parere del Consiglio di Stato: evitare l’uso strumentale e chiarire il momento dell’utilizzo

Autore:
consultazioni

Il Consiglio di Stato, con il recentissimo parere n. 445/2019 si è, infine, espresso (anche) sul nuovo schema di Linee guida ANAC in tema di consultazioni preliminari (per intendersi ambito operativo degli artt. 66 e 67 del codice appalti).

Il parere, evidentemente, risulta di interesse anche per alcune precisazioni pratico/operative che il RUP potrebbe (o dovrebbe) tenere in debita considerazione. Altri aspetti sono – sia consentito – anche significativi su certi approcci che esigono una ricalibratura.

In questo senso, ad esempio, appare logica la sottolineatura (di cui si è già detto anche in passato) circa la pubblicazione di documenti non vincolanti (come le Linee guida in argomento) in Gazzetta Ufficiale da cui far discendere, tra l’altro, la vigenza.

Si sottolinea nel parere che, trattadosi di mere indicazioni virtuose (linee guida non vincolanti appunto) – il cui scostamento non dovrebbe esigere neppure particolari motivazioni – il chiarimento sull’entrata in vigore è assolutamente superfluo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *