Provincia di Trento: chiarimenti sulle recenti modifiche alle norme in tema di contratti pubblici

Autore:
criteri ambientali minimi

Con una nota interpretativa, la Provincia autonoma di trento ha diramato una sorta di “vademecum” delle norme contenute nella l.p. 1/2019 (contenente la variazione di bilancio per gli anni 2019-2021) che hanno attinenza in materia di appalti

Per quanto attiene al commento dell’articolo 6, questo riguarda le commissioni tecniche deputate a valutare le offerte e che sono formate dalla provincia e dai suoi enti strumentali: non trovano, pertanto, applicazione per gli Enti locali.

Tuttavia, per quanto attiene all’incentivo questo potrà essere determinato nella misura che sarà prevista dalla contrattazione collettiva nel rispetto delle indicazioni delle norme provinciali.

Interesse più direttamente, invece, gli Enti locali la disposizione contenuta nell’articolo 9 che si occupa della sospensione degli obblighi di gestione associata: al riguardo si segnala che nell’ultima seduta della Giunta provinciale è stata approvata la Deliberazione 8 marzo 2019, n. 323 che dispone la “Revoca degli incarichi di commissario ad acta disposti con le deliberazioni della Giunta provinciale n. 380 del 13.3.2017 e n. 2293 del 28.12.2017 per la sottoscrizione delle convenzioni di gestione associata obbligatoria previste dall’articolo 9 bis della legge provinciale n. 3 del 16 giugno 2006 presso i comuni degli ambiti 3.2 e 3.3 di cui all’allegato 1 della deliberazione n. 1228/2016”.

Continua a leggere….

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *