Il BIM nel settore delle opere pubbliche: aspetti normativi e contrattuali

BIM

Le nuove regole per l’introduzione dei sistemi di modellazione nel settore delle opere pubbliche

Tutti i soggetti coinvolti nei processi di digitalizzazione basati sul BIM fanno parte della “filiera” del comparto e svolgono le funzioni necessarie all’ideazione e realizzazione di un’opera: committenza (privata e pubblica), progettazione ed esecuzione.
L’assetto tradizionale di questi soggetti – sia nella propria organizzazione interna sia nei reciproci rapporti – è necessariamente toccato dall’introduzione della metodologia BIM, con impatti che oltre ad interessare gli aspetti di natura tecnica, implicano anche ricadute normative e contrattuali.

La videoconferenza di Martedì 9 aprile 2019, a cura di Andrea Versolato e Cristian Barutta, esaminerà il nuovo quadro delle regole che si sta delineando a seguito della progressiva introduzione dei sistemi di modellazione basata sul BIM.

A tal fine verrà effettuato un excursus sulla normativa di riferimento a partire dal recente Decreto n. 560/2017 del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, per poi analizzare le nuove regole per l’introduzione dei sistemi di modellazione nel settore delle opere pubbliche, anche a seguito del mutato quadro normativo (Direttiva 2014/24/CE, Codice dei contratti pubblici e relativi provvedimenti attuativi).

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *