Costi della manodopera: la sentenza della Corte di Giustizia UE

Sentenza della Corte di giustizia dell’Ue, Sez.I X, 2 maggio 2019 n. C-309/18

1. Contratti pubblici – Costi della manodopera – Esclusione automatica dell’offerente che non ha indicato separatamente nell’offerta detti costi – art. 95, c.10 dlgs. 50/2016 – Conformità ai principi della certezza del diritto, della parità di trattamento e di trasparenza della direttiva 2014/24/ue – Mancata specificazione dell’obbligo di indicazione separata dei costi della manodopera nella lex specialis – In presenza dell’obbligo previsto dalla disciplina nazionale richiamata dalla lex specialis di gara – Conformità al diritto comunitario

2. Contratti pubblici – Costi della manodopera – Art. 95, c.10 dlgs. 50/2016 – Mancata indicazione costi della manodopera nell’offerta – Disposizioni della gara d’appalto che non consentono agli offerenti di indicare i costi in questione nelle loro offerte economiche – Ammissibilità del soccorso istruttorio per regolarizzare la mancata indicazione dei costi della manodopera

Vai al testo della sentenza

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *