Pronuncia della Corte dei conti Sicilia su lavori di somma urgenza e debiti fuori bilancio

cessione di ramo di azienda

Il mancato rispetto dei termini per sottoporre al Consiglio Comunale i provvedimenti di spesa per i lavori di somma urgenza, generano l’applicazione dell’art. 194, lettera e) del Tuel, con la conseguenza che il riconoscimento del debito fuori bilancio opererà esclusivamente nei limiti dell’utilità ricevuta dall’amministrazione mentre per la parte non riconoscibile (l’utile d’impresa) il rapporto obbligatorio intercorrerà tra il privato fornitore e l’amministratore che ha disposto la fornitura.

L’ha stabilito la sezione di controllo della Corte dei conti per la regione Sicilia, con la deliberazione n. 118/2019.

Continua a leggere….

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *