Lo svolgimento delle procedure negoziate nel sotto soglia e la sorte dell’operatore che si “autocandida” senza invito alla luce della recente giurisprudenza

Autore:
progettazione

Procedure negoziate e offerta presentata da operatore “autocandidato”

Appare di sicuro interesse il recentissimo approdo del Consiglio di Giustizia Amministrativa della Regione Sicilia espresso con la sentenza n. 83/2020 che, – riformando la sentenza di primo grado del TAR Catania, Sez. I, n. 1380/2019 -, ribadisce il principio per cui nelle procedure negoziate sotto la soglia comunitaria (senza pubblicazione di bando), le imprese non invitate al procedimento non possono pretendere di partecipare alla competizione.

In primo grado, il giudice catanese invece affermava il contrario in nome della necessità di assicurare la più ampia partecipazione possibile.

La sentenza ha rilievo in relazione anche all’applicazione/interpretazione delle “nuove” fattispecie di procedimento di affidamento innestate nellarticolo 36 del codice (in particolare nelle lettere b), c) e c-bis)) dallo “Sbloccacantieri” ovvero dalla legge 55/2019.

CONTINUA A LEGGERE….

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *