Covid-19, OICE: dal 9 marzo rettificato il 28,1% delle gare, domanda pubblica già in calo del 13%

progettisti

Sono questi i dati principali contenuti nel report dell’Ufficio studi e banche dati dell’OICE, l’Associazione delle società di ingegneria e architettura aderente a Confindustria, che ha condotto una rapida analisi sui primi effetti determinati dall’entrata in vigore dei provvedimenti più restrittivi legati all’emergenza Covid-19. Il report allegato prende in considerazione il numero dei bandi di gara per servizi di ingegneria e architettura pubblicati nel periodo dal 9 marzo al 27 marzo 2020 in attesa di verificarne anche l’impatto in termini di importi con le anticipazioni dell’Osservatorio OICE che saranno diffuse in settimana.

Sull’andamento del mercato – afferma il direttore generale OICE, Andrea Mascolini – siamo molto preoccupati per il calo del 13% delle gare in soli 18 giorni, perché se è vero che le stazioni appaltanti stanno continuando a pubblicare bandi di gara, è anche vero che nell’ultima settimana abbiamo registrato 81 proroghe di termini, a fronte delle 51 dei dieci giorni precedenti. Anche oggi alcune importanti gare sono state sospese, e questo è motivo di allarme perché è fondamentale che l’Amministrazione continui a essere operativa per assicurare la realizzazione di progetti esecutivi da affidare alle imprese di costruzione.”.

Nel report si evidenzia il dato delle gare “rettificate” (cioè con scadenza delle offerte prorogata o con sospensione della gara o con annullamento del sopralluogo) dal 9 marzo al 27 marzo 2020: risulta che sono state oggetto di modifica 139 procedure di affidamento di incarichi di ingegneria e architettura, pari al 28,1% del totale delle 494 gare pubblicate. Rispetto allo stesso periodo del mese precedente l’incremento è di quasi 15 volte. È anche evidente l’accelerazione delle sospensioni dovuta agli effetti dell’articolo 103 del decreto “Cura Italia” entrato in vigore il 18 marzo.

La maggiore parte delle rettifiche (quasi il 95% del totale) riguarda 132 gare la cui scadenza dei termini è stata prorogata.

Interessante anche notare che delle 139 gare rettificate ve ne sono state 41 (il 29,5% del totale delle gare rettificate) che sono state modificate con un espresso richiamo ai provvedimenti emessi dal Governo per l’emergenza o alla necessità di adottare misure di contenimento dell’emergenza sanitaria.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *