Protezione dei dati: Orientamenti Commissione UE su app lotta covid-19

subappalto

Camera – Ufficio Rapporti con l’Unione europea: Orientamenti della Commissione europea sulle app a sostegno della lotta alla pandemia di COVID-19 relativamente alla protezione dei dati

Il 16 aprile 2020 la Commissione europea ha presentato una serie di orientamenti per quanto riguarda le caratteristiche e i requisiti delle app volte al contrasto della crisi Covid-19 al fine di garantire il rispetto della legislazione dell’UE in materia di protezione dei dati personali e della vita privata, in particolare del regolamento generale sulla protezione dei dati (GDPR) e della direttiva e-privacy.

La pubblicazione del documento si inserisce nell’ambito della tabella di marcia per la revoca graduale delle misure di contenimento dell’epidemia di coronavirus, presentata il 15 aprile 2020 dalla Presidente della Commissione europea e dal Presidente del Consiglio europeo, che prevede, tra l’altro, un’adeguata capacità di monitoraggio e diagnostiche su larga scala, per individuare e isolare in tempi rapidi le persone infette, nonché di rilevamento e tracciabilità dei contatti.

Gli orientamenti fanno altresì seguito alla raccomandazione (UE) 2020/518 relativa a un pacchetto di strumenti comuni dell’Unione per l’uso della tecnologia e dei dati al fine di contrastare la crisi Covid-19 e uscirne, in particolare per quanto riguarda le applicazioni mobili e l’uso di dati anonimizzati sulla mobilità, e sono stati presentati contestualmente al pacchetto di strumenti “Applicazioni mobili per supportare la traccia dei contatti in lotta contro COVID-19″sviluppati dagli Stati membri dell’UE, con il sostegno della Commissione, mediante la rete comune eHealth Network (organismo di collegamento tra le autorità nazionali responsabili dell’assistenza sanitaria online designate dagli Stati Membri).

Gli orientamenti sono stati elaborati, inoltre, sulla base delle contributo del Comitato europeo per la protezione dei dati (EDPB), il quale ha successivamente pubblicato le Linee-guida 04/2020 sull’uso dei dati di localizzazione e degli strumenti per il tracciamento dei contatti nel contesto dell’emergenza legata alCOVID-19.

La Commissione europea ha precisato che gli orientamenti non sono giuridicamente vincolanti e non pregiudicano il ruolo, esclusivo, della Corte di giustizia dell’UE per l’attività di interpretazione autentica del diritto dell’UE.

Documenti collegati

Orientamenti della Commissione europea sulle app a sostegno della lotta alla pandemia di COVID-19 relativamente alla protezione dei dati

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *