Audizione della Corte dei Conti sul Disegno di legge n. 1883 (decreto-legge 16 luglio 2020, n. 76, recante “Misure urgenti per la semplificazione e l’innovazione digitale”)

danno erariale

Sulla Gazzetta Ufficiale n. 178 del 16 luglio 2020 è stato pubblicato il DL 76/2020 recante “Misure urgenti per la semplificazione e l’innovazione digitale”. Si tratta quindi del testo definitivo del c.d. “Decreto semplificazioni”, approvato salvo intese dal Consiglio dei ministri del 6 luglio scorso.

Si tratta di un complesso normativo attraverso il quale il Governo ha inteso realizzare un’accelerazione degli investimenti e delle infrastrutture attraverso la semplificazione delle procedure in materia di contratti pubblici e di edilizia. Sono state introdotte altresì misure di semplificazione procedimentale e di sostegno e diffusione dell’amministrazione digitale, nonché interventi in materia di responsabilità del personale delle amministrazioni pubbliche. Il Governo ha ritenuto inoltre necessario adottare misure di semplificazione in materia di attività imprenditoriale, di ambiente e di green economy, al fine di fronteggiare le ricadute economiche conseguenti all’emergenza epidemiologica da Covid-19.

Evidenti le ricadute nell’ambito del quadro delle attività proprie della Corte dei conti, sia sotto il profilo dell’impatto generale dello schema normativo sull’assetto economico del Paese, sia per quanto riguarda il diretto riferimento di alcune norme alle funzioni stesse della Corte.

L’esame di cui alla presente memoria è condotto sulla base dell’ordine degli argomenti utilizzato per la stesura del decreto-legge all’esame.

SCARICA QUI IL TESTO COMPLETO DELL’AUDIZIONE

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *