Il servizio sostitutivo di mensa, da effettuare nei confronti di una pluralità di enti pubblici, non può essere affidato in house ad una società che sia partecipata unicamente da uno degli enti affidatari essendo necessario che tutti gli enti pubblici partecipanti esercitino il “controllo analogo” in forma congiunta secondo quanto previsto dall’articolo 5 del D.Lgs. 50/2016

Autore:

Per continuare a leggere i contenuti di questa pagina è necessario essere abbonati

Non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento?

Sei già abbonato?
Effettua il login, inserendo nome utente e password negli appositi spazi

Hai dimenticato la password?

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *