Normativa

IL TESTO DEL NUOVO CODICE DEGLI APPALTI
sottoposto all’approvazione del Consiglio dei Ministri

Legge 28/1/2016 n. 11
Deleghe al Governo per l’attuazione delle direttive 2014/23/UE, 2014/24/UE e 2014/25/UE del Parlamento europeo e del Consiglio, del 26 febbraio 2014, sull’aggiudicazione dei contratti di concessione, sugli appalti pubblici e sulle procedure d’appalto degli enti erogatori nei settori dell’acqua, dell’energia, dei trasporti e dei servizi postali, nonche’ per il riordino della disciplina vigente inmateria di contratti pubblici relativi a lavori, servizi e forniture

Approfondimento
Delega appalti in Gazzetta. Sintesi delle novità
www.appaltiecontratti.it 1/2/2016

Disegno di legge n. 3198
Disegno di Legge delega relativo al recepimento delle tre direttive 2014/23/UE, 2014/24/UE e 2014/25/UE del Parlamento europeo ed al riordino della normativa sugli appalti. Il testo licenziato il 30 settembre dalla Commissione VIII

Prassi

Articoli e studi

1 commento su “Nuovo codice appalti

  1. ormai siamo alla schizofrenia…. non facciamo in tempo a comprendere una nuova normativa che subito dobbiamo recepirne una nuova.
    Questo a me sembra follia da incompetenza sulla materia che il legislatore ha la pretesa di adeguare a chi e a cosa? ??!!! Non capisco come le norme sui lavori pubblici risalenti al 1895, con pochi articoli semplici e senza arzicocoli, sono andati bene fino ai primi anni novanta; da allora è stato un continuo aggiornamento in nome della trasparenza della linearità e della semplificazione. Il risultato: la corruzione non è stata stroncata, ha cambiato solo il collettore!, la linearità sembra una trazzera di montagna, la semplificazione farebbe ridere Bertoldo.

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>