MAGGIOLI EDITORE - Appalti & Contratti


I giudici contabili aprono agli incentivi per funzioni tecniche anche per gli appalti di servizi e forniture
Sono dovuti gli incentivi per le funzioni tecniche anche alla programmazione degli appalti per servizi e forniture, oltre che per i lavori pubblici: le conclusioni della Corte dei conti, Sez. regionale di controllo per la Lombardia (deliberazione 16 novembre 2016 n. 333)

di Vincenzo Giannotti

Sono dovuti gli incentivi per le funzioni tecniche anche alla programmazione degli appalti per servizi e forniture, oltre che per i lavori pubblici: sono queste le conclusioni a cui è pervenuta la Corte dei conti, Sezione regionale di controllo per la Lombardia, nella deliberazione 16 novembre 2016 n. 333, attraverso una lettura sistematica e letterale delle disposizioni introdotte dall’art. 113 del d.lgs. 50/2016.

Altro punto fondamentale risolto riguarda anche il rifinanziamento dell’incentivo ad incremento del fondo costituito in caso di mancata utilizzazione dello stesso, il quale resta acquisito al citato fondo e non deve essere portato in economia.

>> CONTINUA A LEGGERE…

Vedi anche
Deliberazione Corte dei Conti – sez. regionale di controllo per la Lombardia 16/11/2016 n. 333
Incentivi per le funzioni tecniche – Art. 113 del d.lgs. 50/2016

Per continuare a leggere il contenuto di questa pagina è necessario essere abbonati.
Se sei già un nostro abbonato, effettua il login.
Se non sei abbonato o ti è scaduto l’abbonamento
>>ABBONATI SUBITO<<


www.appaltiecontratti.it