BIM

Sep 27 2018

L’art. 23 comma 13 del Codice dei Contratti Pubblici nel prevedere l’uso dei metodi e strumenti elettronici specifici indica, come elemento caratterizzante dei medesimi, l’utilizzo di piattaforme interoperabili a mezzo di formati aperti non proprietari, al fine di non limitare la concorrenza tra i fornitori di tecnologie e il coinvolgimento di specifiche progettualità tra i progettisti

Jun 6 2018

A seguito dell’introduzione obbligatoria dei metodi e degli strumenti elettronici per la modellazione e per la gestione informativa, ma anche già a partire dalla data di entrata in vigore del Decreto Ministeriale n. 560 del 2017, in caso di utilizzo facoltativo degli stessi, le Stazioni Appaltanti Pubbliche, dovranno porre massima attenzione per scongiurare distorsioni della concorrenza, in caso di prescrizione di determinate specifiche tecniche

May 21 2018

La normativa regolante il BIM, o più correttamente i “metodi e strumenti elettronici specifici di modellazione per l’edilizia e le infrastrutture” è stata introdotta nell’ordinamento italiano con l’art. 23 del D.Lgs. 50 del 2016 (Codice dei Contratti Pubblici) e successivamente dettagliata con il Decreto Ministeriale 560 del 2017, attuativo del citato articolo.

May 2 2018

Sulla base di quanto espresso nella prima parte di questo contributo, è opportuno predisporsi e organizzarsi per far evolvere l’apparato normativo e gli strumenti a disposizione di una stazione appaltante che voglia confro...