Gli appalti dei servizi di igiene urbana

Venerdì 11 marzo 2022 – ore 9.30 – 12.30
Docente: Alberto Ponti

L’appalto dei servizi di igiene urbana (raccolta differenziata dei rifiuti, pulizia strade, ecc.) è una questione particolarmente delicata, non solo per la complessità delle decisioni tecnico-organizzative, ma anche per le ricadute in termini di immagine.

Attraverso l’analisi combinata della normativa in materia di appalti e ambiente, si approfondiranno le problematiche organizzativo-gestionali e di controllo di tali servizi, con la proposta delle possibili soluzioni da trasferire nel capitolato speciale d’appalto.

Saranno inoltre affrontati gli aspetti sanzionatori ed i meccanismi di controllo/premialità/penalità da inserire nel contratto d’appalto, anche in relazione alla disciplina del Regolamento comunale d’igiene urbana e alla normativa sulla privacy.

Un apposito focus sarà dedicato alla fase di progettazione, partendo dalla rilevazione del bisogno per giungere alla definizione del servizio e dei documenti di gara.

Infine si esamineranno le principali questioni relative alla gestione esecutiva del contratto, con particolare riferimento all’attività di controllo che il direttore dell’esecuzione è tenuto a svolgere per garantire la conformità del servizio alle esigenze dell’Amministrazione.

PROGRAMMA

Gli istituti fondamentali per l’appalto dei servizi di igiene urbana

• Il responsabile unico procedimento (RUP):

–          nomina;

–          requisiti;

–          fasi da gestire;

–          incarichi di supporto;

–          retribuzione;

–          responsabilità.

• La determinazione delle soglie: la problematica dei servizi complementari e opzionali, delle proroghe, dei rinnovi e dell’anticipazione del prezzo.

• Le fasi di gara.

• Il termine di sospensione nella firma del contratto: casi, esclusioni ed implicazioni concrete.

• I rapporti con l’ANAC:

–          funzioni;

–          adempimenti propedeutici alla fase di gara;

–          la richiesta del codice di gara;

–          contributo e documenti da trasmettere.

• L’accesso agli atti di gara:

–          casi di differimento e di esclusione;

–          la “segretezza” dei progetti di servizio presentati dalle ditte.

• La clausola sociale da inserire nei contratti:

–          casi di obbligatorietà;

–          i dati necessari;

–          le modalità di stesura della clausola;

–          il progetto di reinserimento.

• La problematica riguardante la determinazione del costo del personale da indicare in gara e le forme di controllo (prima dell’aggiudicazione e durante lo svolgimento del servizio).

 

Il capitolato speciale d’appalto

• Disposizioni generali.

• Disposizioni finanziarie.

• Prescrizioni tecniche e modalità di esecuzione dei servizi (raccolte a domicilio, raccolte con contenitori, raccolte presso il Centro comunale, pulizia aree pubbliche).

• Altri servizi (servizi opzionali, servizi straordinari).

• Standard di servizio e strumenti di controllo.

• Disposizioni generali su automezzi e attrezzature.

• Attività di informazione e coinvolgimento dei cittadini/utenti.

• Sanzioni e controversie.

• Organizzazione dei servizi e doveri dell’aggiudicataria.

• Disposizioni finali.

• Allegati.

 

Le forme di gara esperibili

• La metodologia da adottare per individuare la migliore procedura di gara in base agli obiettivi da raggiungere.

• Analisi dei diversi sistemi di affidamento:

–          procedure aperte;

–          procedure ristrette;

–          procedure negoziate;

–          dialogo competitivo;

–          accordo quadro per alcune tipologie di smaltimenti.

 

I requisiti di partecipazione

• La Circolare del Dipartimento Politiche comunitarie 1° marzo 2007: differenze tra requisiti di partecipazione e criteri di valutazione delle offerte.

• I requisiti di ordine generale ed i motivi di esclusione: esame delle diverse casistiche in base alla recente giurisprudenza.

• I requisiti di idoneità professionale.

• La capacità economico-finanziaria: elementi caratterizzanti e distinzione con le altre capacità richieste.

• La capacità tecnico-professionale di carattere generale e quella esplicitamente richiesta per i servizi di igiene ambientale.

• L’avvalimento dei requisiti:

–          dichiarazioni e documenti da produrre in sede di gara;

–          la responsabilità solidale tra le aziende;

–          l’esecuzione del contratto in caso di avvalimento,

–           differenza tra avvalimento e subappalto.

• Le Associazioni Temporanee di Impresa (ATI), di tipo orizzontale e di tipo verticale: dimostrazione dei requisiti e dichiarazioni da produrre.

• I Consorzi ordinari e stabili: dimostrazione dei requisiti e dichiarazioni da produrre.

• Le iscrizioni negli appositi Albi per la gestione dei servizi di igiene ambientale.

 

I criteri di aggiudicazione

• Il prezzo più basso.

• L’offerta economicamente più vantaggiosa.

• Analisi dei fattori di scelta più consoni alla fattispecie.

• Le modalità di attribuzione dei punteggi per la qualità del progetto: simulazioni operative.

• Il confronto a coppie: vantaggi e svantaggi.

• L’anomalia dell’offerta:

–          le diverse tipologie di anomalia;

–          il procedimento di verifica con l’impresa;

–          l’esclusione dalla gara;

–          il soggetto competente a svolgere il procedimento di verifica dell’anomalia,

–          la verbalizzazione delle operazioni.

 

Le forme di controllo

• Gli strumenti e le metodologie di verifica e di controllo dei servizi (riscontri in esecuzione).

• Definizione di sistemi per la rilevazione e il sanzionamento di possibili inadempimenti contrattuali.

• La relazione tra inadempimenti e penali:

–          il sistema di gradazione tabellare in funzione dell’errore commesso;

–          differenza tra penale e grave errore contrattuale.

• Definizione delle possibili cause di risoluzione del contratto e delle metodologie per la loro contestazione.

• Definizione del sistema delle responsabilità dell’appaltatore in ordine agli adempimenti principali e complementari previsti dal contratto.

• Definizione del sistema delle garanzie in relazione alla corretta esecuzione del contratto: le garanzie dirette (cauzioni) e quelle indirette (polizze assicurative).

 

Il progetto tipo per l’appalto del servizio

• La relazione:

–          stato di fatto;

–          obiettivi;

–          indicatori di qualità del servizio.

• La stima:

–          modalità di determinazione della base d’asta;

–          definizione delle voci di costo del servizio;

–          definizione del contratto di riferimento applicabile e degli altri costi.

• Il capitolato speciale d’appalto: individuazione delle clausole fondamentali.

• Il bando integrale di gara.

• Il disciplinare di gara.

• Il bando per la GUUE; l’avviso per la GURI; l’estratto di avviso per i quotidiani.

• La verbalizzazione dei lavori di gara.

• Il contratto: contenuti.

• L’avviso di aggiudicazione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.