Procedura negoziata senza bando e affidamento diretto per unicità/infungibilità

Martedì 8 marzo 2022 – ore 9.00 – 13.00

Docente: Alessandro Massari

Il corso esamina, con impostazione pratico/operativa, i casi in cui è ammessa la procedura negoziata senza pubblicazione di bando (artt. 63 e 125 del Codice dei contratti):

– affidamento diretto per unicità/infungibilità;
– urgenza;
– gara deserta;
– prestazioni complementari;
– ecc.

Saranno trattate anche le nuove procedure derogatorie introdotte dai Decreti “Semplificazione” 2020 e 2021.

Un apposito focus sarà riservato all’esame di una procedura di affidamento diretto per infungibilità/esclusività dell’operatore economico e all’analisi di una determina di affidamento diretto per unicità dell’operatore economico.

PROGRAMMA

Il quadro normativo sulle procedure di affidamento dopo la Legge n. 108/2021, di conversione del D.L. n. 77/2021 (cd. Decreto “Semplificazione bis”)

• Le ultime novità normative:

–  le nuove sogli UE;

–  i recenti provvedimenti.

• Il regime transitorio fino al 30 giugno 2023.

• Il quadro delle procedure sotto soglia e sopra soglia.

• Il quadro delle procedure negoziate in deroga nel Codice e nei Decreti “Semplificazione” 2020 e 2021.

 

La procedura negoziata senza bando: natura, caratteri e casi di ammissibilità

• La procedura negoziata: caratteri; evoluzione della natura giuridica.

• La tutela degli operatori economici: tutela ab interno e tutela ab externo.

• Il danno alla concorrenza nella giurisprudenza della Corte dei conti.

• La forma della procedura negoziata e la casistica di ammissibilità.

• La gara deserta o ad esito infruttuoso e il passaggio alla procedura negoziata senza bando.

• L’urgenza, l’urgenza estrema e i provvedimenti di somma urgenza.

• L’unicità dell’operatore economico.

• Le forniture complementari e il rapporto con le prestazioni supplementari.

• Le altre fattispecie residuali.

La procedura di affidamento diretto per unicità dell’operatore economico

• Le Linee guida dell’ANAC n. 8: le indicazioni per la gestione e superamento del “lock-in”.

• L’esclusività e le modalità di accertamento.

• L’infungibilità artistica.

• L’infungibilità tecnica e la verifica circa l’assenza di soluzioni alternative ragionevoli.

• La consultazione di mercato.

• I termini per il ricorso contro l’affidamento diretto e gli accorgimenti da adottare per contenere il rischio di contenzioso.

• L’affidamento diretto per unicità infra 139.000 euro e le peculiarità della motivazione.

La determina di affidamento diretto: accorgimenti da adottare ed errori da evitare

• Analisi di uno schema di determina di affidamento diretto per unicità dell’operatore economico.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.