Massimario Appalti n.3 del 26 gennaio 2016

Massime a cura di Ornella Cutajar e Alessandro Massari
Con la collaborazione di Maurizio Greco e Carla Ragionieri

L’impresa che presenta l’offerta priva dei requisiti necessari può essere esclusa

Il Consiglio di Stato con la sentenza 193 del 20 gennaio 2016 ha ribadito che l’accertata carenza di requisiti tecnici dell’offerta, ritenuti essenziali dalla stazione appaltante, può legittimamente determinare l’esclusione dalla gara dell’impresa che ha presentato l’offerta priva dei necessari requisiti.

Calcolo soglia di anomalia e produzione postuma del PassOE. I chiarimenti del Tar Palermo

In assenza di puntuale e specifica disposizione del bando, per il calcolo della soglia di anomalia deve considerarsi tutta l’offerta, senza troncamenti, giacché “ogni arrotondamento costituisce una deviazione dalle regole matematiche da applicare in via automatica; ciò premesso, deve ritenersi che gli arrotondamenti siano consentiti solo se espressamente previsti dalle norme speciali della gara” (C.d.S., V, 12 novembre 2009, n. 7042).
E’ questo il principio consolidato richiamato dal Tar Palermo nella sentenza n. 150 del 15 gennaio 2016.

La stazione appaltante può nominare 2 commissioni giudicatrici

Con una recente sentenza (n. 75 del 20/1/2016) il tar Piemonte ha riconosciuto la possibilità alla stazione appaltante di  affidare il procedimento di aggiudicazione di un appalto a due commissioni differenti, purché abbiano compiti distinti.

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>