Il distacco di personale nei raggruppamenti di imprese e nel rapporto di avvalimento alla luce anche del nuovo codice

appalti_2

C. Bigi (www.appaltiecontratti.it 27/7/2016)

Ci si può chiedere se possa ritenersi lecito il distacco di personale tra imprese raggruppate impegnate ad eseguire un appalto, ovvero tra imprese che abbiano stipulato fra loro un contratto di avvalimento nell’ambito del medesimo appalto. Ciò alla luce di quanto disposto dall’art. 30 del D.Lgs. 276/2003.

In base a tale articolo, infatti, il distacco può ritenersi lecito allorché il datore di lavoro, per soddisfare un proprio interesse, pone temporaneamente uno o più lavoratori a disposizione di altro soggetto per l’esecuzione di una determinata attività lavorativa.

La legge prevede, accanto al carattere della temporaneità, che l’interesse del datore di lavoro distaccante, non sia semplicemente quello di vedersi rimborsato il costo del personale dall’impresa distaccataria, ma sia, dal punto di vista oggettivo,  il medesimo interesse “imprenditoriale/economico” che la prestazione lavorativa, resa a favore di un terzo, mira a soddisfare.

>> CONTINUA A LEGGERE…

Per continuare a leggere il contenuto di questa pagina è necessario essere abbonati.
Se sei già un nostro abbonato, effettua il login.
Se non sei abbonato o ti è scaduto l’abbonamento
>>ABBONATI SUBITO<<

banner670x240

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>