La Provincia autonoma di Trento adotta il piano triennale anticorruzione

piano triennale anticorruzione

La Provincia autonoma adotta il piano triennale anticorruzione in sostanziale continuità con quello precedente. Rinviata l’approvazione della sezione sugli adempimenti in materia di trasparenza prevista dal D.Lgs. 97/2016

Un adempimento fondamentale per tutte le amministrazioni pubbliche è l’adozione del piano triennale anticorruzione che tiene conto anche degli ultimi aggiornamenti del Piano nazionale.

Il Piano in questione è, in sostanza, uno strumento che viene aggiornato “per scorrimento” in quanto riprende i contenuti del piano triennale precedente e li arricchisce anche di contenuti ulteriori e di nuove metodologie di rilevazione del fenomeno corruttivo, al fine di attivare nuovi modelli comportamentali di contrasto.

Ricordiamo che un aggiornamento è imposto da una specifica previsione normativa che è stata introdotta con il D.Lgs. 25 maggio 2016, n. 97 che ha apportato modifiche alla normativa sulla trasparenza (il D.Lgs. 14 marzo 2013, n. 33), prevedendo che il Piano triennale dovesse contenere, al proprio interno, anche una specifica sezione dedicata alle incombenze su questo tema.

La Provincia non ha ancora adottato questa sezione nel nuovo Piano, anche perché la norma provinciale che ha recepito il D.Lgs. 25 maggio 2016, n. 97 (cioè l’articolo 3 della collegata alla Legge di stabilità provinciale 2017 l.p. 19/2016) ha concesso un termine per gli adempimenti e gli adeguamenti previsti dalle nuove norme.

Anche la Provincia autonoma di Trento, con la deliberazione di data 27 gennaio 2017, n. 119 avente ad oggetto “Approvazione del Piano di prevenzione della corruzione 2017 – 2019 della Provincia autonoma di Trento”, si è adeguata alle novità.

Il Piano dà atto che il processo avviato nel piano triennale non è stato reso del tutto omogeneo in relazione alla mappatura dei processi a rischio e, pertanto, il nuovo piano prevede le modalità di completamento di tale processo.

Il Piano si applica, ovviamente, alla sola Provincia autonoma e, quindi, non è applicabile agli Enti locali.
Tuttavia, può fornire validi spunti per l’elaborazione dei piani comunali, ad esempio per quanto attiene al CAPO V – ANALISI DEL CONTESTO ESTERNO, che contiene informazioni riferite a tutto il contesto territoriale provinciale.

Si riporta integralmente il Piano 2017-2019 della Provincia autonoma di Trento.

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *