La gestione della fase esecutiva negli appalti di forniture e servizi

forniture e servizi

Come orientarsi tra normativa ante e post D.Lgs. n. 50/2016

La gestione della fase esecutiva – spesso sottovalutata – rappresenta uno snodo cruciale per garantire l’efficiente utilizzo delle risorse pubbliche

Partendo dalle nuove regole introdotte dal Decreto Legislativo n. 50/2016 e dalle Linee guida ANAC, il corso organizzato da MAGGIOLI FORMAZIONE “La gestione della fase esecutiva negli appalti di forniture e servizi” che si svolgerà a Bologna il prossimo 6 aprile, esamina il ruolo ed i compiti del RUP, per poi suggerire metodi e strumenti finalizzati all’adeguata gestione dell’appaltatore.

In particolare saranno fornite indicazioni operative per la corretta impostazione del capitolato.

Ampio spazio sarà riservato all’illustrazione di casi pratici e alla risposta ai quesiti.

Programma del corso

• Il RUP e il nuovo Codice dei contratti pubblici (D.Lgs. n. 50/2016). Le Linee guida ANAC n. 3/2016
• I requisiti necessari; la nomina; le incompatibilità; le professionalità richieste.
• Il ruolo sovraordinato e la partecipazione ai lavori della Commissione nell’offerta economicamente più vantaggiosa (art. 77).
• Il progetto dell’appalto di servizi e forniture nel nuovo Codice. Le fondamenta per una corretta gestione della fase esecutiva.
• Il contenuto tecnico del progetto: il nuovo Codice e il previgente Regolamento attuativo (DPR n. 207/2010). L’ambito applicativo differenziato.
• La costruzione del progetto: i vari elementi costitutivi.
• La relazione tecnico – illustrativa.
• I documenti inerenti la sicurezza. La disciplina in materia di sicurezza sui luoghi di lavoro e l’applicazione negli appalti di servizi e forniture (D.Lgs. n. 81/2008): i costi della sicurezza, la predisposizione del DUVRI e la nuova disciplina del D.L. n. 69/2013; gli ulteriori adempimenti obbligatori (verifica di idoneità dell’appaltatore, informativa sui rischi specifici, ecc.).
• Il calcolo degli importi per l’acquisizione dei servizi. Il loro rapporto con la base di gara, i requisiti di ammissione e il subappalto.
• Il prospetto economico; il quadro economico.
• L’adeguatezza dell’importo a base di gara rispetto al costo del lavoro e della sicurezza. Il calcolo del costo del personale.
• La costruzione del progetto e le modifiche al contratto di appalto. Le varianti nel nuovo Codice e il previgente Regolamento attuativo (DPR n. 207/2010). Il rinnovo e le proroghe.
• Le penali contrattuali.
• Le condizioni particolari di esecuzione: le clausole sociali.
• La fase di esecuzione degli appalti di servizi e forniture. Il nuovo Codice, il previgente Regolamento attuativo (DPR n. 207/2010) e le Linee guida ANAC: un quadro di difficile composizione.
• La gestione della fase di esecuzione:
– la cooperazione della stazione appaltante e l’ingerenza nell’esecuzione;
– gli ordini di servizio;
– la contabilità;
– l’effettivo rilevamento delle prestazioni eseguite;
– l’applicazione dei prezzi contrattuali e il loro aggiornamento;
– l’avvio della prestazione;
– le sospensioni parziali o totali della prestazione;
– le varianti;
– la concessione delle proroghe e la rideterminazione del tempo contrattuale per l’esecuzione; l’applicazione delle penali.
• Le modalità di controllo sull’esatto adempimento della prestazione: il collaudo e la verifica.
• Le contestazioni durante la fase dell’esecuzione: le riserve e le contestazioni scritte; le modalità di “verbalizzazione” delle contestazioni nei “documenti contabili”.

Docente

Francesco Paparella
Esperto e consulente in materia di contrattualistica pubblica.

Sede e data di svolgimento

NH Hotel de la Gare
P.zza XX Settembre, 2 – Bologna
Giovedì 6 aprile 2017

Iscriviti al corso

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>