Facoltà di aggiudicare l’appalto in presenza di una sola offerta

aggiudicare

Facoltà di non avviare l’iter nel caso di un numero di offerte inferiori a tre. Breve contributo

a cura di Giuseppe Failla

Premessa

Sulla tematica sopra emarginata, l’attuale Codice dei contratti pubblici (d.lgs. n. 50/2016) non reca alcuna previsione espressa.
Il Codice – sul punto – prevede in senso ampio la possibilità per le stazioni appaltanti di “… non procedere all’aggiudicazione se nessuna offerta risulti conveniente o idonea in relazione all’oggetto del contratto. Tale facoltà deve essere indicata espressamente nel bando di gara o nella lettera di invito” (art. 95, comma 12 che riprende la precedente disposizione dell’art. 81, comma 3 del vecchio Codice n. 163/2006).

Inoltre, il medesimo art. 95, comma 1, stabilisce che i criteri di aggiudicazione “… garantiscono la possibilità di una concorrenza effettiva”.

Per completezza, si ricorda altresì la disposizione dell’art. 94, comma 2, secondo cui “La stazione appaltante può decidere di non aggiudicare l’appalto all’offerente che ha presentato l’offerta economicamente più vantaggiosa, se ha accertato che l’offerta non soddisfa gli obblighi di cui all’art. 30, comma 3” (i.e., obblighi in materia ambientale, sociale e del lavoro).

>> CONTINUA A LEGGERE…

Per continuare a leggere il contenuto di questa pagina è necessario essere abbonati.
Se sei già un nostro abbonato, effettua il login.
Se non sei abbonato o ti è scaduto l’abbonamento
>>ABBONATI SUBITO<<

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *