Le modifiche al codice con introduzione dell’obbligo della SUA per i lavori (previsto nella Manovra 2019) e l’approdo giurisprudenziale in tema di RUP (in commissione di gara)

A cura di
soglia di anomalia

Con il testo della “finanziaria/legge di bilancio” 2019 si prevede  una disposizione – transitoria – destinata a modificare l’ambito territoriale,  per gli appalti di lavori dei Comuni non capoluogo di Provincia, per la costituzione delle centrali d’appalto.

Le centrali non saranno più limitate nell’ambito delle unioni dei comuni (almeno fino a quando non verrà definita la questione delle qualificazioni delle stazioni appaltanti) ma nell’ambito più esteso del territorio provinciale e/o del territorio della città metropolitana (per i comuni “compresi” nella  realtà territoriale).

La previsione, come detto, che dovrebbe determinare una “delega” per lo svolgimento dell’appalto alla provincia o alla città metropolitana (alla SUA) riguarda solamente i lavori pubblici.

Sotto si riporta l’attuale disposizione e quella prevista nella “bozza” della Manovra per il 2019. Continua a leggere…

Per continuare a leggere il contenuto di questa pagina è necessario essere abbonati.
Se sei già un nostro abbonato, effettua il login.
Se non sei abbonato o ti è scaduto l’abbonamento
>>ABBONATI SUBITO<<

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *