Decreto Semplificazioni: l’affidamento diretto “puro” come strumento ordinario (ma non obbligatorio), la generalizzazione della procedura negoziata ad inviti e il contingentamento dei termini di affidamento a pena di possibili responsabilità del RUP

Autore:
affidamento diretto

Il Decreto Semplificazioni, n. 76/2020 (nel prosieguo solo DL), come ampiamente noto, “riscrive” le procedure utilizzabili nel periodo emergenziale – range temporale 17 luglio 2020 – 31 luglio 2021 (per atti di avvio del procedimento, determine a contrarre, adottati nel periodo indicato) nel sotto soglia comunitario all’articolo 1 (occorre considerare, poi, qualche norma “sparsa”).
L’intento del legislatore – almeno sulla carta – può essere “concretamente” delineato con il box che segue (limitando il ragionamento all’articolo 36 del Codice e tralasciando l’articolo 157 il comma 2, anch’esso subisce la deroga).

CONTINUA A LEGGERE….

 

Vedi anche

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *