Le incompatibilità dei membri della commissione giudicatrice non possono essere ipotetiche e prive di concretezza

Il Tar toscano (sez. II, sentenza 15/1/2016 n. 59) con riguardo all’art. 84 comma 4 del D.Lgs. n. 163/2006 (“I commissari diversi dal Presidente non devono aver svolto né possono svolgere alcun’altra funzione o incarico tecnico o amministrativo relativamente al contratto del cui affidamento si tratta”), ha esaminato il caso nel quale si è contestato che i membri della commissione siano incompatibili non per avere svolto in precedenza attività inerenti all’appalto di cui si tratta, ma che essi possano avere, in futuro, a che fare con l’appalto e il contratto in questione, in relazione agli incarichi ricoperti. Si tratta però di una prospettazione generica ed eventuale che rende la censura ipotetica e priva di concretezza.

Tar Toscana, sez. II, 15/1/2016 n. 59

Vai al testo della sentenza

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>