Principio di rotazione: la violazione impone il rinnovo della gara

principio di rotazione

Aggiudicazione di una concessione triennale del servizio di fornitura mediante distributori automatici: sentenza TAR Toscana 23 marzo 2017, n. 454

a cura di Mario Petrulli

Segnaliamo la recente sent. 23 marzo 2017 n. 454 del TAR Toscana in materia di principio di rotazione negli appalti. La questione riguardava l’aggiudicazione di una concessione triennale del servizio di fornitura di bevande calde, fredde e snack mediante distributori automatici indetta da un convitto, aggiudicato al gestore uscente in assenza, secondo la censura proposta da uno dei partecipanti, di adeguata motivazione circa l’invito alla gara rivolto, oltre che ad altri sei operatori, anche al suddetto precedente aggiudicatario. In concreto, si trattava di una procedura negoziata con invito ad almeno cinque operatori per un importo pari o superiore a 40.000 eur ma di importo inferiore alla soglia comunitaria, ex art. 36 comma 2 lett. b) del nuovo Codice Appalti.

La pronuncia è importante perché evidenzia, oltre all’importanza del rispetto del principio di rotazione, anche una serie di ulteriori aspetti dal notevole rilievo pratico.

>> CONTINUA A LEGGERE….

Per continuare a leggere il contenuto di questa pagina è necessario essere abbonati.
Se sei già un nostro abbonato, effettua il login.
Se non sei abbonato o ti è scaduto l’abbonamento
>>ABBONATI SUBITO<<

Rimani sempre aggiornato
Iscriviti alla newsletter di Appalti&Contratti

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>