Trasparenza e Anticorruzione: i tre nuovi regolamenti ANAC

anticorruzione

I contenuti delle delibere 328, 329, 330 del 29 marzo 2017 e le azioni da porre in atto per contrastare le incompatibilità e la corruzione, nonché per favorire la trasparenza

a cura di Paola Morigi

Sono entrati in vigore il 20 aprile scorso tre nuovi regolamenti dell’Autorità nazionale anticorruzione, subito dopo la loro pubblicazione sulla “Gazzetta ufficiale” (1). I tre regolamenti hanno una “matrice comune”, nel senso che l’impostazione degli atti segue un medesimo modello, atto a disciplinare l’esercizio dell’attività di vigilanza, e nascono a seguito delle normative che disciplinano i poteri dell’ANAC. Ma vediamo più da vicino di cosa si tratta.

I tre nuovi regolamenti ANAC

Il primo di questi, approvato con deliberazione del 29 marzo 2017, n. 328, riguarda la vigilanza da esercitarsi in ordine alla inconferibilità e incompatibilità di incarichi a pubblici funzionari o a persone che hanno ricoperto incarichi pubblici negli ultimi tre anni, prima di interrompere il loro rapporto di servizio. Si tratta di un provvedimento che interessa in particolare chi esercitava poteri autoritativi o negoziali, che non può ricevere incarichi di tipo libero professionale o comunque esercitare attività lavorative che siano in un qualche modo connesse con la propria attività o con il lavoro esercitato in precedenza.
L’ANAC interviene in questo caso essendo chiamata ad esprimere pareri sugli atti di direttiva e di indirizzo, nonché su molte delle circolari adottate dal Ministro della funzione pubblica.

>> CONTINUA A LEGGERE….

Per continuare a leggere il contenuto di questa pagina è necessario essere abbonati.
Se sei già un nostro abbonato, effettua il login.
Se non sei abbonato o ti è scaduto l’abbonamento
>>ABBONATI SUBITO<<

Rimani sempre aggiornato
Iscriviti alla newsletter di Appalti&Contratti

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>