Gara d’appalto: requisiti generali di partecipazione e cessati dalla carica

buste-offerte-bandi-anomale-ceralacca

1. La disciplina dei requisiti generali di partecipazione è uno degli aspetti più delicati che si pone all’attenzione degli operatori economici privati che vogliano partecipare ad una gara d’appalto. In particolare, dal punto di vista della produzione delle dichiarazioni necessarie alla gara, la problematica non è tanto la verifica circa il possesso o meno dei requisiti – che spesso è un dato acquisito all’interno dell’azienda – quanto il corretto modo di dichiararli.

A questo riguardo, come vedremo, le aziende a cui avviene di vedere modificata la propria struttura soggettiva a seguito di operazioni societarie (fusioni, acquisizioni, scissioni, cessioni e affitti di azienda o di rami della stessa) devono porre particolare attenzione in sede di autodichiarazione dei requisiti generali di cui all’art. 38, comma 1 del codice dei contratti pubblici.

Nello specifico, interessa in questa sede occuparsi del ruolo che i mutamenti soggettivi possono avere in sede di dichiarazione del requisito ex art. 38, comma 1, lettera c) del codice, riguardante la moralità dei soggetti cessati dalle cariche nell’anno precedente alla data di pubblicazione del bando di gara. Formulazione questa che, interpretata letteralmente, sembra fare esclusivo riferimento a modifiche nell’assetto interno dell’impresa, che non riverberano all’esterno sotto forma di cambiamenti di tipologia societaria o di struttura.
Nella realtà invece, soprattutto in grandi aziende, si verificano spesso operazioni che mutano la composizione dell’operatore economico, il quale incamera risorse umane e professionali provenienti da altre realtà, che entrano in pianta stabile a far parte del suo organico, o viceversa se ne priva: operazioni che hanno riflessi decisivi anche sulla strutturazione esterna dell’ente (variazione del tipo societario, acquisizione o perdita di sedi operative, ecc.).

A questo punto occorre effettuare una distinzione, a seconda di quando intervenga la modificazione societaria: essa infatti potrà aversi prima della partecipazione ad una procedura di gara, oppure nel corso della partecipazione stessa, quando l’impresa ha già presentato la propria candidatura o si è in pendenza di aggiudicazione provvisoria oppure ancora ci si trova nelle fasi che precedono la stipula del contratto.
Occorre esaminare separatamente queste due situazioni, per individuare le modalità più corrette per produrre dichiarazioni in regola.

Continua a leggere

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>