La sintesi delle attività di Vigilanza collaborativa dell’ANAC nel 2016

20150409_cantone

È stato pubblicato il Comunicato del presidente ANAC 19 luglio 2016 all’interno del quale vengono sintetizzate le attività di Vigilanza collaborativa dell’Autorità Nazionale Anticorruzione nel periodo compreso tra il gennaio e il luglio 2016. Ecco come recita l’incipit del Comunicato: “Mediante il Regolamento in materia di attività di vigilanza e di accertamenti ispettivi (Gazzetta Ufficiale n. 300 del 29 dicembre 2014) è stato disciplinato, precedentemente all’entrata in vigore dell’art. 213 comma 3 lett h) del nuovo codice dei contratti pubblici, e nell’ambito dei poteri di vigilanza finalizzati alla prevenzione dell’illegalità e della corruzione, comunque riconosciuti dalla legge all’Autorità Nazionale Anticorruzione, lo strumento della vigilanza collaborativa, avviata sull’ esempio del sistema straordinario di controllo già attivato dal Presidente dell’ANAC con riferimento ad Expo Milano 2015.

Trattasi di una forma particolare ed eccezionale di verifica, prevalentemente preventiva, finalizzata non solo a garantire il corretto svolgimento delle operazioni di gara e dell’esecuzione dell’appalto, ma anche ad impedire tentativi di infiltrazione criminale.

La vigilanza preventiva tende, infatti, a rafforzare ed assicurare la correttezza e la trasparenza delle procedure di gara indette dalle stazioni appaltanti, prima della formale adozione degli atti da parte della stazione appaltante, riducendo il rischio di contenzioso in corso di esecuzione, e, altresì, con efficacia dissuasiva di eventuali condotte corruttive o comunque contrastanti con le disposizioni di settore”.

Consulta in pdf il Comunicato del presidente ANAC 19 luglio 2016 nella sua forma integrale.

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>