Decreto correttivo del codice degli appalti: la latitudine applicativa del nuovo soccorso istruttorio integrativo non oneroso

soccorso istruttorio

Il soccorso istruttorio integrativo non oneroso cambia ancora nel testo in consultazione

a cura di Stefano Usai

Premessa

Nella seconda parte dei contributi dedicati alle previste modifiche contenute nel decreto correttivo del codice degli appalti si è dato conto della rilevanza dei cambianti che non si sostanziano solo nell’eliminazione della sanzione prevista ora per il soccorso istruttorio integrativo ma incidono anche sotto il profilo sostanziale.

In questa ulteriore riflessione si analizzano le ragioni della modifica, la latitudine applicativa e le competenze sulla gestione del procedimento del soccorso istruttorio.

Da notare che nel testo in consultazione è intervenuta una ulteriore modifica della disposizione che ora richiama anche il riferimento agli elementi formali della domanda e quindi riproducendo quasi in toto – tranne l’inciso relativo alla indicazione dei soggetti che devono rendere le dichiarazioni – il testo suggerito dal Consiglio di Stato in sede di parere n. 855/2016 sullo schema di codice.

>> CONTINUA A LEGGERE….

Per continuare a leggere il contenuto di questa pagina è necessario essere abbonati.
Se sei già un nostro abbonato, effettua il login.
Se non sei abbonato o ti è scaduto l’abbonamento
>>ABBONATI SUBITO<<

  Vedi anche

SPECIALE DECRETO CORRETTIVO
A cura dei Appalti&Contratti

 

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>