Nel project financing il promotore va scelto tramite comparazione

soglia di anomalia

Attraverso la sentenza n. 4777 datata 2 agosto 2018 il Consiglio di Stato stabilisce che nel project financing anche la scelta del promotore deve avvenire tramite una procedura comparativa.

I supremi giudici amministrativi ricordano che il confronto tra più proposte di contratto, offerte contrattuali o progetti è il metodo principale cui la pubblica amministrazione soggiace nell’individuare la controparte privata e affermano che è pur vero che nel caso del project financing si esprime la volontà dell’amministrazione se affidare o meno un contratto di concessione sulla base di un’iniziativa proveniente dal privato, e che le valutazioni che nella stessa vengono svolte costituiscono tipica manifestazione di discrezionalità amministrativa, in cui si verifica la coerenza di tale proposta privata con l’interesse pubblico, tuttavia non è in discussione che una verifica quantomeno preliminare vada svolta nei confronti di tutte le proposte presentate, nell’interesse non solo dell’operatore economico privato, ma anche della stessa amministrazione.

>> CONSULTA IL TESTO DELLA SENTENZA.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *