Un Forum sugli Appalti verdi per il Veneto

appalti verdi

Il 20 e 21 giugno 2017 a Venezia – Palazzo della Regione del Veneto – si è tenuto il “Forum CompraVerde-BuyGreen Veneto”, meeting regionale degli Acquisti Verdi promosso dalla Regione del Veneto e dalla Fondazione Ecosistemi, con la segreteria organizzativa di Adescoop-Agenzia dell’Economia Sociale

a cura di Max Mauri

Si tratta di un esperimento per replicare a livello regionale il Forum nazionale Compraverde che si svolge a Roma da dieci anni a questa parte. La scelta è caduta sulla Regione Veneto che, dopo molti anni di “acquisti verdi”, nel 2015 si è dotata di un proprio piano d’azione per l’attuazione del GPP (Green Public Procurement). “Con la nostra pianificazione – ha detto il vicepresidente della Regione – abbiamo introdotto scelte d’acquisto “verdi” da un punto di vista della sostenibilità ambientale, ma anche convenienti dal punto di vista economico-finanziario. Siamo inoltre allineati anche con gli obblighi ambientali previsti dal nuovo codice appalti (il D.lgs. n. 50/2016) che ha sottolineato e previsto il rispetto della normativa in materia ambientale in misura maggiore rispetto agli obblighi normativi previgenti”.

L’evento, il cui programma completo è disponibile sul sito http://forumcompraverdeveneto.adescoop.it, è dedicato a presentare le politiche, i progetti e i servizi di Green Procurement pubblico e privato per lo sviluppo sostenibile del territorio veneto.

Protagonisti del Forum sono stati amministratori e funzionari delle pubbliche amministrazioni venete (Regione Veneto, Enti Locali, Public Utility, …), operatori del sistema imprenditoriale veneto (CCIAA, Associazioni di categoria e imprese di prodotti e servizi ecocompatibili, …), nonché enti e organizzazioni per la ricerca, la formazione e l’educazione allo sviluppo sostenibile (Università, Agenzie Specializzate, …) del territorio veneto.

Rappresentanti istituzionali, imprenditori ed esperti hanno animato il “Forum CompraVerde–BuyGreeen Veneto” con contributi, analisi e buone prassi fra cui la presentazione del 1° Rapporto sullo stato di attuazione del Piano d’azione triennale 2016-2018 per il GPP della Regione del Veneto.

Il vicepresidente ha ricordato i significativi risultati già raggiunti con la promozione di un consumo responsabile presso gli uffici regionali, facendo rilevare che nelle tipologie di gare effettuate con la valorizzazione delle buone pratiche verdi, sulle 6 categorie merceologiche censite (carta, cancelleria, arredi per ufficio, materiale di consumo per l’elettronica, materiale igienico-sanitario e mezzi di trasporto) la Regione ha raggiunto la percentuale di acquisti verdi del 93%. Con riferimento ai prossimi obiettivi, il vicepresidente ha anticipato che ci sarà un premio anche ad una “tesi di laurea sulla materia del GPP”, ideato insieme all’Università Ca Foscari di Venezia e rivolto agli studenti delle Università del Veneto. Verrà inoltre attivato un tavolo tecnico permanente per approfondire le criticità e riportarle a livello nazionale.

Il direttore della Fondazione Ecosistemi Silvano Falocco ha illustrato l’esperienza del Forum Compraverde e tratteggiato gli effetti  generati in Italia dall’introduzione dell’obbligatorietà degli Appalti verdi (GPP), scelta che va ben oltre le indicazioni dell’Unione europea e permette di sfruttare appieno le potenzialità insite in processi che in Europa muovono capitali pari al 19% del PIL (circa 2.400 miliardi di euro l’anno), e in Italia corrispondono a circa 150 miliardi di euro l’anno (oltre il 16% del PIL).

IL MANUALE DEGLI APPALTI VERDI DOPO IL DECRETO CORRETTIVO

IL MANUALE DEGLI APPALTI VERDI DOPO IL DECRETO CORRETTIVO


Massimo Mauri, Laura Carpineti , 2017, Maggioli Editore

Le novità normative introdotte con il "Collegato ambientale" e fatte proprie dal nuovo "Codice appalti" (D.Lgs. 50/2016) riguardanti l'obbligo di applicazione del Green Public Procurement (GPP), hanno rappresentato un importante punto di svolta nell'intero quadro delle politiche...


29,00 € Acquista

su www.maggiolieditore.it


Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *