TAR Sicilia: legittime gare aperte in luogo dell’affidamento diretto del Decreto Semplificazioni

Autore:

Il TAR Sicilia, con sentenza n. 01536/2021 Reg. Prov. Coll. e n. 00626/2021 Reg.Ric. (pubblicata il 14/05/2021), ha affermato che il dettato del D.l. n. 76/2020, “non revocando o sospendendo la disciplina ordinaria” …. “non ha inteso conculcare la scelta delle amministrazioni pubbliche, in questo caso il comune, di operare mediante la disciplina ordinaria dell’evidenza pubblica con gare aperte in luogo dell’affidamento diretto”. Il ricorso alla disciplina ordinaria non necessita di particolare motivazione.

L’affidamento diretto secondo la previsione normativa derogatoria, per gli appalti sotto soglia di cui al D.L. n. 76/2020 del 17 luglio 2020, convertito nella legge n. 120 del 15/9/2020, con particolare riferimento all’art. 1, comma 1, è una facoltà e non un obbligo.

CONTINUA A LEGGERE…

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *