Il decreto decisorio del ricorso straordinario; proponibilità del ricorso per ottemperanza

Il Consiglio di Stato, Sez. IV, con ordinanza n. 10342 del 23.11.2022, ha rimesso all’Adunanza Plenaria, tra l’altro, la seguente questione:

se, dopo che la Corte di cassazione abbia dichiarato inammissibile per difetto di giurisdizione un ricorso per ottemperanza di un decreto decisorio di un ricorso straordinario al Presidente della Repubblica, la parte interessata possa radicare un nuovo giudizio di ottemperanza, adducendo a fondamento dell’ammissibilità dell’ulteriore azione tanto la sopravvenuta e incisiva modificazione legislativa – sempre da intendersi in termini compatibili con i principi rinvenienti dal secondo comma dell’art. 102 della Costituzione e dalla relativa VI disposizione transitoria – dei caratteri del ricorso straordinario, quanto il consolidato orientamento pretorio che ammette l’ottemperanza di decreti decisori di ricorsi straordinari anche ove emessi prima della novella del 2009”.

Prima questione: se il decreto con il quale il Presidente della Repubblica abbia deciso sul ricorso straordinario possa essere oggetto di un ricorso per ottemperanza, nel caso in cui la PA non abbia dato ad esso esecuzione

CONTINUA A LEGGERE….

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *