La revisione degli statuti delle società partecipate pubbliche

P. Morigi (La Gazzetta degli Enti Locali 11/10/2016)

Riordino società partecipate: gli Enti locali sono chiamati a fornire indirizzi per gli adeguamenti da effettuarsi entro il 31 dicembre 2016

Il d.lgs. 19 agosto 2016, n. 175, entrato in vigore lo scorso 23 settembre, in applicazione dell’art. 18 della l. n. 124/2015, com’è noto, è intervenuto su una materia, quella delle partecipate pubbliche, che nell’ultimo decennio è stata oggetto di numerosi interventi normativi, al fine di razionalizzare una serie di società, cresciute a dismisura, e riportarle ad un numero più contenuto.

Gli adempimenti contenuti nel Testo unico sono numerosi e già sono stati richiamati, anche su questa rivista, da autorevoli commentatori.

In attesa che sia lo stesso Ministero dell’economia e delle finanze a completare il processo di riforma, definendo con proprio decreto, entro il prossimo 23 ottobre, una serie di indicatori quantitativi e qualitativi, per consentire di classificare le società a controllo pubblico in cinque fasce dimensionali, con relativa attribuzione dei compensi massimi attribuibili ad amministratori, organi di controllo, dirigenti e dipendenti, richiamiamo brevemente i provvedimenti che dovranno essere adottati nei prossimi mesi.

>> CONTINUA A LEGGERE…

Per continuare a leggere il contenuto di questa pagina è necessario essere abbonati.
Se sei già un nostro abbonato, effettua il login.
Se non sei abbonato o ti è scaduto l’abbonamento
>>ABBONATI SUBITO<<

[libprof code=”58″ mode=”inline”]

TU_convegno

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.