Le principali innovazioni apportate dal correttivo al codice dei contratti pubblici

Tabella contenente le principali innovazioni apportate dal Decreto correttivo (DLgs. 19 aprile 2017 n. 56) al codice dei contratti pubblici

a cura di Alessandro Massari con la collaborazione di Massimo Urbani

Articolo del Codice
Modificato
 

CONTENUTO DELLA MODIFICA INTRODOTTA DAL CORRETTIVO

Rubrica Nuova rubrica del d.lgs. n. 50/2016

• Codice dei contratti pubblici

Art. 3 Nuove norme definitorie e precisazioni di quelle già vigenti.

• Inserimento di 14 nuove definizioni: lavori di categoria prevalente e scorporabile, manutenzione ordinaria e straordinaria, categorie di opere specializzate, documento di fattibilità delle alternative progettuali, quadro esigenziale, programma triennale lavori e biennale servizi e forniture, capitolato prestazionale, cottimo

Art. 5 In house providing

• Precisazione che la presenza di capitali privati nella società che possono ricevere appalti in house non deve comportare “controllo o potere di veto”.

Art. 17bis Nuovo articolo “Altri appalti esclusi”

• Le disposizioni del codice non si applicano agli appalti aventi ad oggetto l’acquisto di prodotti agricoli e alimentari per un valore non superiore a 10.000 euro annui per ciascuna impresa, da imprese agricole singole o associate situati in comuni classificati totalmente montani di cui all’elenco dei comuni italiani predisposto dall’Istituto nazionale di statistica (ISTAT), ovvero ricompresi nella circolare del Ministero delle finanze n. 9 del 14 giugno 1993, nonché nei comuni delle isole minori di cui all’allegato A annesso alla legge 28 dicembre 2001, n. 448.”.

>> CONTINUA A LEGGERE….

Per continuare a leggere il contenuto di questa pagina è necessario essere abbonati.
Se sei già un nostro abbonato, effettua il login.
Se non sei abbonato o ti è scaduto l’abbonamento
>>ABBONATI SUBITO<<

Per approfondire l’argomento

videoconferenza_5_giugno_580

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.