Appalti pubblici: onere motivazionale anche per gli affidamenti diretti

L’aggiornamento delle Linee Guida ANAC conferma la prima giurisprudenza interpretativa del Correttivo

a cura di Carmine Podda

Sul portale dell’ANAC è stata pubblicato, e risulta in consultazione fino al prossimo 25 settembre,  l’aggiornamento delle Linee guida n. 4 recanti “Procedure per l’affidamento dei contratti pubblici di importo inferiore alle soglie di rilevanza comunitaria, indagini di mercato e formazione e gestione degli elenchi di operatori economici” che recepiscono le integrazioni apportate al nuovo codice dei contratti dal decreto correttivo n. 56/2017

Uno dei punti su cui si sofferma l’Autorità è la disciplina dell’ ”affidamento diretto” degli appalti, ossia le acquisizioni inferiori alla soglia di euro 40.000,00.

La modalità di acquisizione semplificata in esame è stata oggetto negli ultimi anni di un massivo proliferare di disposizioni normative, talvolta mal coordinate tra loro e in quanto tali foriere di dubbi interpretativi, cattive pratiche e conseguenti contenziosi giudiziari

>> CONTINUA A LEGGERE…

Per continuare a leggere il contenuto di questa pagina è necessario essere abbonati.
Se sei già un nostro abbonato, effettua il login.
Se non sei abbonato o ti è scaduto l’abbonamento
>>ABBONATI SUBITO<<

[libprof code=”92″ mode=”inline”]

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.