Il subprocedimento di verifica dell’anomalia secondo il Consiglio di Stato e il tempo dell’adozione del provvedimento di esclusione

Autore:

Il sub-procedimento di verifica della (potenziale) anomalia dell’offerta costituisce oggetto di approfondita (ed utile sotto il profilo istruttorio per il RUP) analisi da parte del Consiglio di Stato con la recente sentenza n. 6784/2021.

Nel caso di specie – con cui si riforma la sentenza di primo grado del TAR Emilia Romagna, Sez. II, n. 764/2020 -, viene in considerazione, oltre alla questione del sub-procedimento in parola nel suo complesso, il problema del supporto esterno in ausilio al RUP per la verifica della congruità e il tempo di esame dell’offerta/adozione del provvedimento di esclusione (per offerta anomala) prima che si addivenga all’aggiudicazione implicita (dopo i 30 giorni dalla presentazione della proposta di aggiudicazione).

I principi-presidio del subprocedimento

L’aggiudicataria (proposta) non supera positivamente la verifica di congruità dell’offerta a cui era stata sottoposta con conseguente esclusione dalla gara.

CONTINUA A LEGGERE….

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *