Per gli incentivi per funzioni tecniche è sufficiente una procedura comparativa

Autore:

Con il recente parere espresso nella deliberazione n. 150/2021, la sezione della Corte dei conti (Sez. contr. Regione Puglia), ritorna sulla questione dell’erogabilità degli incentivi e sulle condizioni necessarie.

La conclusione della delibera conferma che gli incentivi non possono che “conseguire” a seguito, almeno, di una procedura comparativa dovendo ritenersi esclusa l’erogabilità in presenza di affidamento diretto, lavori somma urgenza o di procedure eccezionali. Rimangono esclusi, gli incentivi, evidentemente nel caso di lavori in economica che appalto non sono (e che pertanto non implicano nessuna gara neppure semplificata).

CONTINUA A LEGGERE….

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *