L’appalto integrato su fattibilità salverà il PNRR?

Per il rispetto dei tempi di attuazione degli investimenti del PNRR sembra essersi puntato tutto sull’appalto integrato di lavori e servizi tecnici da affidarsi sulla base del progetto di fattibilità. Ma tale sistema quanto è risolutivo in termini di accelerazione di attuazione?

Ci siamo già occupati della nuova modalità di gara per il particolare vantaggio che ha di ridurre il rischio di modifica tardiva dei progetto grazie all’acquisizione preventiva dei pareri già in fase di progettazione del progetto di fattibilità posto a base di gara (vedi l’articolo “Appalti & Contratti – Anticipare la condivisione delle alternative progettuali per evitare modifiche tardive del progetto dell’opera pubblica“).

Sotto questo punto di vista, del tutto innovativo, il sistema ha un positivo e decisivo effetto benefico poiché stimola quella riflessione in sede progettuale da parte degli stakeholder che dovrebbe creare quella contrazione dei tempi della fase che maggiormente grava nel ciclo della commessa dell’opera pubblica, quella della pianificazione.

CONTINUA A LEGGERE….

 

Non sei abbonato?

Clicca qui e contattaci per informazioni o password di prova al servizio

oppure

Chiamaci al numero 0541.628200
dal Lunedì al Venerdì, dalle 8.30 alle 17.30

Vuoi accedere ai contenuti di Appalti&Contratti senza attivare un abbonamento?

Acquista la nostra A&C Card per avere 3 mesi di accesso ai contenuti di Appalti&Contratti.it

Approfitta dell’offerta lancio a soli 90 Euro invece di 150 Euro!

VAI ALLO SHOP MAGGIOLI EDITORE

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.